IL VALLO LIGURE

La linea difensiva allestita dalle forze nazifasciste dopo l’8 settembre 1943 lungo le coste liguri per prevenire uno sbarco alleato

CollanaTradizioni & Paesi
Num. Pagine220
Prezzoeuro 19,9
ConfezioneBrossura
Anno Stampa2010
Ristampa
Num. Fotografie100
FotografoGabriele Faggioni


Lingua


Italiano


Lingue disponibili


Autore


Gabriele Faggioni


ISBN


88-6406-037-8

IL VALLO LIGURE La linea difensiva allestita dalle forze nazifasciste dopo l’8 settembre 1943 lungo le coste liguri per prevenire uno sbarco alleato

descrizione

Caratteristiche tecniche:

Pagine: 220
 
Prezzo: € 19,90
 
Confezione: Brossura Cucita
 
Codice: 88-6406-037-8
 
100 Foto a colori e Bianco-Nero
 
Anno di pubblicazione: 2010

 

 

 

 

Questo saggio desidera fare conoscere il sistema difensivo allestito dalle truppe tedesche ed italiane lungo le coste liguri dopo l'8 settembre 1943. Questa linea difensiva doveva ostacolare un temuto sbarco anglo-americano nel Golfo di Genova, che avrebbe permesso alle truppe alleate di raggiungere velocemente la pianura padana e i confini meridionali del Reich. I Comandi tedeschi prevedevano che questo sbarco sarebbe dovuto avvenire nella tarda primavera del 1944. In pochi mesi i reparti del Genio militare e l'Organizzazione Todt realizzarono lungo le coste della Liguria oltre trecento opere fortificate, tra cui bunker dotati di cannoni antinave, nidi di mitragliatrici e muri antisbarco. Una parte di queste strutture, ad esempio a Punta Bianca (Ameglia), sull' isola del Tino, Monterosso, Chiavari, Albenga, sul monte di Portofino, sono ancora visibili. Si tratta di opere oggi per lo più in disuso, ridotte a ruderi oppure utilizzate per scopi che nulla hanno più a che vedere con quelli per i quali furono costruite.
 
Nella prima parte di questo lavoro, viene brevemente descritto il sistema difensivo costiero e vengono fornite le indicazioni circa la dislocazione dei vari reparti italiani e tedeschi in Liguria prima dell'armistizio dell'8 settembre 1943.
Successivamente, vengono evidenziate le mutazioni apportate dai nuovi occupanti, le truppe germaniche e quelle della R.S.I., a cui si attribuisce la realizzazione del Vallo Ligure, costruito quest'ultimo, come poco sopra accennato, per contrastare validamente il temuto sbarco. Nella parte finale, vengono indicate, per ciascun Comune ligure, sia le opere fortificate che i reparti che le presidiavano. Inoltre sono descritte tutte le azioni effettuate dalle formazioni partigiane contro le postazioni nazifasciste.
Questo libro contiene 100 splendide immagini a colori, in bianco nero provenienti da diversi archivi italiani ed esteri, disegni del Genio militare, schizzi di postazioni tedesche realizzati dai partigiani durante la Guerra e alcune carte che illustrano, dove sono state costruite queste sconosciute opere difensive.
Richiedi informazioni Clicca qui per richiedere informazioni